RIQUALIFICAZIONE CASTELFALFI | PROGETTAZIONE SPAZI APERTI

Castelfalfi, Firenze 2012 – 2013


Il progetto di rigenerazione della Tenuta di Castelfalfi vede il suo avvio dal recupero dell’antico borgo di origine longobarda, centro geografico e simbolico di un ampio territorio. Con un masterplan che coordina e definisce gli interventi e le gerarchie degli spazi pubblici si avviano una serie di interventi sulle pavimentazioni e illuminazione della viabilità, il recupero di un giardino aperto il cui impianto attuale risale ai primi del ‘900 e la realizzazione di una prima parte di parcheggi. Con il riassetto della viabilità viene realizzato il cablaggio delle reti e del teleriscaldamento ed attuato un programma di decoro e coerenza stilistica attraverso il disegno della pavimentazione, dell’arredo urbano e dell’illuminazione che, nel rispetto dei requisiti di funzionalità ed economia, qualifica lo spazio, esalta il tracciato storico e ritma il cammino tra le varie emergenze del borgo. Il giardino storico, dopo anni di abbandono si riappropria del suo ruolo di spazio verde, fresca alternativa al costruito, grazie al restauro dei percorsi, alla nuova illuminazione e alla manutenzione e integrazione della variegata vegetazione. Nella zona nord del borgo si realizza una prima porzione di parcheggio come previsto dal piano attuativo; la soluzione direttamente suggerita dai caratteri circostanti e mitigata dalla vegetazione, riprende il tema dell’impianto rurale dell’olivo e le cromie circostanti per armonizzarsi con il contesto di particolare pregio paesaggistico.

 

 

 

PROJECT OVERVIEW
Anno: 20012-2015
Dati dimensionali: non quantificabile
Importo: €1,657,320,00
Committente: Tenuta di Castelfalfi S.p.a.
Gruppo di progettazione: arch. Daniele Desii, arch. Pier Matteo Fagnoni, 
                                        Fagnoni&associati architetti, Spadolini & partners
Collaboratori: arch. Cinzia Angeli, arch. Antonio Viceconti
Impresa esecutrice: Cooperativa La Rinascita
Prestazioni svolte: progetto definitivo, esecutivo e direzione lavori

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *